Home2022-06-27T06:30:40+00:00

IL CAMMINO DEL PERDONO

Ci sono viaggi che si fanno con un unico bagaglio, il cuore.

PERCHÉ METTERSI IN CAMMINO?

Che cos’è oggi un pellegrinaggio? Un viaggio che si fa perché ci si aspetta di cambiare “qualcosa”, non nell’orizzonte della fede ma in quello della ricerca e della conversione; il pellegrinaggio fa vivere delle dinamiche che sono “motori” di cambiamento. L’efficacia di un cammino è legata alla possibilità che questi cambiamenti accadano.

Il cammino permette di promuovere un turismo accessibile a tutti in maniera sostenibile e solidale, che fa crescere sia chi lo pratica, sia chi accoglie, perché aiuta ad incontrare, scoprire, conoscere, rispettare la cultura, l’arte, la storia, la natura, le tradizioni e i modi di vita di genti, realtà e ambienti diversi. Un turismo che provoca occasioni di dialogo e contribuisce a creare scenari di pace.

Nel vostro peregrinare scoprirete il distacco, la fatica, la solitudine, gli altri e voi stessi, la meraviglia, la tradizione e l’arte.

viaggiatori

Come mettersi in cammino

Tutto ciò che occorre al pellegrino per mettersi in cammino.

percorso
accoglienza
credenziale
viaggi organizzati
faq

Calendario degli eventi in programmazione

Guida Ufficiale e Kit del Pellegrino

 

Richiedi

  • La Guida Ufficiale del Cammino del Perdono;
  • Il Kit del Pellegrino;
  • Tutte le info necessarie qui

 

Scarica

  • Il pdf di supporto all’organizzazione qui
MODALITÀ “ASSISTITA”

Servizio + Kit del Pellegrino

  • Visita con “guidata Celestiniana” della città nella sera precedente la partenza

  • Guida cartacea dettagliata con mappe e notizie della storia e dei luoghi del cammino.

  • Credenziale “Celestiniana” con primo timbro.

  • Indicazione delle strutture di ospitalità e ristoro selezionate e convenzionate.
  • Assistenza per le prenotazioni.
  • Traccia GPS del percorso per navigatori e App.
  • Pasto da asporto per il primo giorno di cammino (per partenza da L’Aquila).
  • Servizio trasporto bagagli da una tappa all’altra.
  • Assistenza durante il percorso con mezzo dedicato.
  • Supporto per eventuali emergenze (logistico o sanitarie) 12/24
  • Assistenza generale e Call Center 24/24.

Al termine del Cammino stabilito, il pellegrino riceverà la pergamena della “Celestiniana” attestante il percorso effettuato.

composizione fotografica

Ultime News

“L’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell’avere nuovi occhi.”

Floro Panti

Una delle emozioni più rare che oggi una persona può provare è lo stupore.

Conoscere i luoghi, respirarne la storia e la cultura, capirne i valori, incontrare le persone e scoprirne con loro le tradizioni, i prodotti, i sapori, l’ospitalità più naturale e sincera: questo è il vero viaggio.

Questa è la nuova frontiera del turismo.

Un turismo slow e green, cioè finalmente e nuovamente a misura d’uomo, un turismo capace di farti assaporare ogni istante e ogni aspetto del viaggio, andando alla scoperta della novità, dell’emozione per ciò che si vive, e per quello che si vede.

Leggi tutto

Floro Panti - Presidente Centro Internazionale Studi Celestiniani
Massimo Alesii
La capacità di perdonarsi e di accettarsi reciprocamente conduce inevitabilmente ad una condizione di equilibrio e di pace che nulla può compromettere. Questa esigenza storica rende il “Cammino del Perdono” in Abruzzo ben più importante di un semplice percorso turistico.

Leggi tutto

Massimo Alesii

Lasciaci anche tu una recensione

Titolo

Pellegrino

Deriva dal latino peregrinus (etimologicamente da “per ager”, attraverso il campo), la parola “pellegrino” indica il viaggio o meglio il vagare di qualcuno che è straniero. Tuttavia la parola ha assunto un significato specifico: il pellegrino è un viaggiatore che è spinto da motivazioni diverse dagli affari, dall’incontro di famiglia, dalla curiosità intellettuale.

Newsletter

Iscriviti per ricevere le ultime news e restare sempre aggiornato. Non temere non ti invieremo spam!



    Torna in cima